Archive for the ‘Piatto Unico’ Category

giugno 28th, 2013

Insalata di Orzo e Grano alle Erbe Aromatiche

questo piattoha la versatilità per poter essere presentato come antipasto, primo piatto o piatto unico, a seconda delle dosi che vengono utilizzate. in questo caso riporto le Insalata di Orzo e Grano alle Erbe Aromatichedosi per un primo piatto da cena abbondante, quindi con porzione non eccessiva per lasciare spazio anche ad altre portate.

ingredienti per 4 persone:

  • carote, 300g
  • cipolla, 60g
  • coriandolo, semi, qb
  • cumino, semi, qb
  • curcuma, qb
  • sedano, 350g
  • dragoncello, qb
  • grano triticum turanicum, 120g
  • orzo perlato, 120g
  • maggiorana, qb
  • menta fresca, qb
  • olio extravergine di oliva, qb
  • timo, qb

procedimento:

bollire in acqua salata l’orzo ed il grano fino a metà cottura.
soffriggere la cipolla in un pochino di olio aggiungendo subito il cumino ed il coriandolo in semi. far soffriggere per qualche minuto, poi aggiungere sedano e carote a dadini. a metà cottura aggiungere l’orzo ed il grano, la curcuma e le erbe (maggiorana, dragoncello, timo e/o quello che più piace); portare a termine aggiungendo un po’ di acqua alla bisogna.
una volta cotto, lasciar raffreddare e, prima di servire, guarnire con menta fresca tritata ed un paio di foglioline intere per la scena.

servire freddo!

febbraio 11th, 2013

Pizza… senza pizza!

un paio di sere fa abbiamo organizzato una fagiolata selvaggia a casa mia. tre tipi di stufato di fagioli conditi da litri di buon vino! mi occorreva però un antipasto, ma non Pizza senza Pizza di Cavolfioretroppo pesante, per non iniziare male una cena che si sa già essere parecchio impegnativa. l’ideale sarebbe stato un crostone, una pizza… ma tutto quell’impasto gonfia! e allora?

la soluzione ideale è stata la… pizza senza pizza!

ingredienti:

  • cavolfiore
  • uova
  • formaggio fresco (tipo ricotta) di capra

procedimento:

ho tagliato il cavolfiore a pezzetti, per poi affidarlo al robot da cucina che l’ha sminuzzato a dovere (come ho fatto per il riso al cavolfiore utilizzato nei 100% veg maki). nel frattempo ho messo sul fuoco una pentola d’acqua salata. una volta sminuzzato il cavolfiore, l’ho buttato in acqua bollente per 4-5 minuti, poi l’ho scolato ben bene. ho preparato a parte uno strofinaccio da cucina pulito e vi ho versato il cavolfiore scolato. a questo punto c’è il trucco per far riuscire la pizza in modo perfetto: è necessario strizzare il cavolfiore all’interno dello strofinaccio, ma strizzarlo bene e ripetutamente: uscirà tutta l’acqua assorbita dalla verdura, che non può essere eliminata con la semplice scolatura. scottatura delle dita garantita al 100%! :)
fatto questo, ho riposto il risultato (una palla di cavolfiore sminuzzato) in una ciotola e l’ho mischiato bene con un uovo e circa 150 grammi di ricotta fresca di capra. poi ho sistemato il tuttPizza senza Pizza di Cavolfioreo su una teglia ricoperta di carta da forno, dando all’impasto la forma tonda di una pizza.
ho messo il tutto in forno a 180° per 40 minuti: lo so che non mi crederete, ma il risultato è un impasto che… sembra proprio pizza!

il secondo step è stata la guarnitura. ovviamente questa va a piacere: noi abbiamo tagliato a dadini e passato in padella un peperone rosso, ed una volta cotto abbiamo frullato il tutto. ho rimesso la pizza a scaldare nel forno per qualche minuto, poi ci ho spalmato sopra la crema di peperoni, ed ho completato il tutto con un po’ di tocchetti della ricotta fresca di capra avanzata dall’impasto. nulla vieta però di farcirla come una vera pizza, con mozzarella, pomodoro e quel che più vi piace! garantisco un risultato da 10 e lode. i miei commensali pensavano si trattasse di pizza senza glutine e sono rimasti di sasso quando ho rivelato loro i veri ingredienti dell’impasto!

febbraio 3rd, 2013

100% VegMaki

per la cena dell’altra sera ho realizzato un antipasto semplice, leggero e 100% vegetale. una bella sorpresa: i vegMaki! eccoli nella foto. ho voluto emulare i maki giapponesi, VegMakima il ripieno è totalmente vegetale e… sorpresa: grain-free, quindi niente riso! ecco come ho fatto:

ingredienti:

  • carote
  • cavolfiore
  • alga nori
  • wasabi
  • peperone rosso
  • avocado
  • batata (patata dolce americana)
  • aceto di riso

procedimento:

per i maki con il ripieno bianco:
ho messo nel robot da cucina metà della testa di un cavolfiore piccolo. l’ho sminuzzata, facendo in modo che il risultato fosse il più simile possibile al riso crudo. ho scaldato una padella e l’ho passato per 5 minuti con un cucchiaio di aceto di riso, mescolando quasi continuamente. poi ho steso il tutto su un foglio di alga nori.

VegMakiper i maki con il ripieno arancione:
ho centrifugato 6 carote di medie dimensioni, ho messo da parte il succo ed ho steso su un foglio di alga nori tutta la polpa avanzata nella centrifuga.

a questo punto il procedimento è stato identico per entrambe le versioni del maki: ho messo un po’ di wasabi sull’orlo interno dell’alga nori, ho sistemato un listello di batata (patata dolce americana) ed un listello di peperone rosso passati precedentemente in forno per una 15ina di minuti, poi ho aggiunto 4-5 listelli di avocado tagliati molto sottili. ho bagnato lievemente l’orlo esterno del maki con un po’ di tamari e poi ho arrotolato il tutto con l’aiuto di un makisu (la stuoietta che si usa per arrotolare questo tipo di involtino).

il risultato è stato decisamente soddisfacente. ho visto che i gusti dei miei amici si sono orientati prevalentemente verso il maki “bianco” mentre io ho preferito quello arancione, ma nel complesso sono stati molto apprezzati!