Archive for the ‘Sughi e Condimenti’ Category

gennaio 9th, 2018

Besciamella Vegan, Gluten-Free

per il cenone di capodanno ho dovuto cimentarmi nell’impresa di realizzare delle lasagne gluten-free oltre che vegan, per cui per la prima volta in vita mia ho tirato la pasta fatta in casa!  in pratica, dopo aver finito ho preferito dar fuoco alla cucina e comprarrne una nuova piuttosto che pulirla, e dopo aver installato la nuova cucina mi è venuto il dubbio: ma la besciamella vegan in commercio sarà gluten-free? boh… vabbè, ho fatto trenta e faccio trentuno: la faccio in casa!

ingredienti

  • 500 ml latte vegetale non dolcificato (io uso quello di soia)
  • 20 ml olio extravergine di oliva
  • 50 g farina di riso
  • sale qb
  • noce moscata qb

procedimento

ho salato il latte vegetale e l’ho messo in un pentolino a scaldare, portandolo quasi ad ebollizione. poco prima del punto di bollore ho quindi settato la fiamma al minimo ed ho aggiunto l’olio, mescolando. sempre con il fuoco al minimo, ho aggiunto piano piano la farina, mescolando continuamente per evitare grumi. qualche grumo, in realtà, mi è uscito… ma quando ho terminato di aggiungere la farina ho continuato a mescolare, per un po’ mantenendo il fuoco acceso sempre al minimo ed aggiungendo la noce moscata, poi anche un po’ a fuoco spento. piano piano i grumi si sono sciolti ed ho potuto farcire le lasagne gluten-free!

febbraio 14th, 2017

Ragù di Soia

Una variante del ragù di seitan per evitare il glutine!

ingredienti:

  • sedano, 3 coste
  • carote, 3
  • cipolla rossa, 1
  • olio extravergine di oliva
  • bocconcini di soia, 100 gr
  • sale
  • pepe nero
  • passata di pomodoro, 300g/a piacere

procedimento:

prima di tutto ho reidratato i bocconcini di soia facendoli bollire in brodo vegetale per una decina di minuti. nel frattempo, ho tagliato a tocchetti cipolla, sedano e carote ed ho messo tutto nel robot da cucina per ottenere un trito molto fine. ho fatto soffriggere con un po’ di olio extravergine di oliva in una pentola, aggiungendo sale e, contemporaneamente, sminuzzando nel robot anche i bocconcini di soia già ben scolati. in questo modo la soia ha raggiunto l’aspetto e la consistenza di un macinato di carne. l’ho aggiunta al soffritto mescolando il tutto, completando l’opera con la passata di pomodoro. ho fatto cuocere il tutto per circa 1 ora a fiamma molto bassa, mescolando regolarmente; a metà cottura ho aggiunto il pepe, e regolato il sale.

terminata la preparazione, ho lasciato raffreddare e riposto in freezer, in alcuni contenitori monoporzione, da utilizzare al bisogno.

giugno 20th, 2016

Dadi per Brodo Vegetale

Dado per Brodo Vegetale

Monoporzioni di Dado per Brodo Vegetale

è domenica. ho finito il dado da brodo.
mi occorre proprio solo quello.
già odio andare al supermercato. di domenica, poi, non ne parliamo (i negozietti di quartiere sono giustamente chiusi). ma poi… per comprare un pacchetto di dadi? mi rifiuto!
allora il dado me lo faccio in casa.

ingredienti:

  • sedano, 200 g
  • zucchine, 1
  • carote, 2
  • cipolla rossa, 1 (grossa)
  • sale grosso, 180 g
  • rosmarino, 2 rametti
  • salvia, 15 foglie
  • origano, 10 foglie

procedimento:

Preparazione del Dado da Brodo

Le verdure sminuzzate e coperte col sale, in cottura

una volta pulite e lavate le verdure e le erbe aromatiche, ho messo tutto nel robot da cucina per sminuzzare il più possibile tutto quanto e creare un trito da mettere in pentola. senza aggiungere acqua, ho coperto con il sale e fatto cuocere a fuoco molto basso per un’ora e mezza, ovviamente mescolando di tanto in tanto. ho poi ributtato tutto nel robot da cucina frullando ancora quel che, dopo un’ora e mezza di cottura, si può definire un composto. forse potrà sembrare superfluo frullare una seconda volta ma credetemi, non lo è. infatti ho ottenuto una bella pappina, che ho cotto ancora per circa 45 minuti, sempre a fuoco lentissimo. durante questa seconda fase di cottura è necessaria più attenzione perché il composto si attacca più facilmente al fondo della pentola, e nessuno vuole ottenere un dado da brodo che dia quel peculiare gusto di bruciacchiato… ;) la cottura ha lo scopo di addensare il tutto quanto più possibile. a questo punto le scelte sono:

  • trasferire il dado in barattoli di vetro sterilizzati e puliti, chiudere bene, lasciar raffreddare e poi conservare in frigo (per 4-5 giorni) o freezer
  • lasciar raffreddare il tutto prima, e dividere in monoporzioni. i tempi di conservazione sono ovviamente gli stessi.

io ho optato per la seconda soluzione, perché per me, vivendo sola, è impensabile utilizzare un barattolo di dado in 4-5 giorni e l’impiego, una volta riposto in freezer, risulta molto meno pratico, ma ad ognuno il suo!

settembre 16th, 2015

Vegan Mac and Cheese Pasta

cacio e pepe? solo a pensarci ho già l’acquolina! peccato che leghi male con il vegano… ma dopo aver superato con un successo inaspettato lo scoglio apparentemente Vegan Mac and Cheeseinaffrontabile del ragù, non mi spaventa più niente. la ricetta originale del cacio e pepe prevede pasta, pepe e pecorino romano. è proprio il sapore tipico del pecorino a farla da padrone in questa ricetta, e chiaramente questo non potrò mai eguagliarlo.

d’altra parte, oltreoceano è estremamente popolare un piatto che può essere interpretato come la versione misera ed abbrutita – parecchio – del cacio e pepe, ovvero mac&cheese. altro non è che pasta al formaggio (maccheroni, nel dettaglio), per cui soprattutto i bambini vanno matti, e che salva da tanti pranzi al volo e tanti momenti di sconforto.

ho quindi deciso di provare a creare un ibrido vegan tra mac&cheese e cacio e pepe su tagliatella vegan.

ingredienti, per 4 persone:

  • carote, 1
  • patate, 1
  • cavolfiore, 1/4
  • cipolla, 1/4
  • sale, qb
  • pepe, qb
  • arachidi al naturale, sbucciate, 1/2 tazza
  • pasta, ovviamente di semola, 400 grammi (sì, ho le porzioni abbondanti)

procedimento:

ho tagliato le patate, il cavolfiore e la carota a pezzetti e pulito la cipolla.
ho messo due pentole sul fuoco: una grande per la pasta, una piccola per le verdure. ho quindi salato l’acqua da entrambe le parti ed ho iniziato le operazioni di cottura della pasta.
parallelamente, ho portato ad ebollizione l’acqua nel pentolino, ed a quel punto ho buttato cavolfiore e patate; dopo 2 minuti di bollitura ho aggiunto le carote; dopo 5 minuti ho aggiunto la cipolla. ho fatto bollire altri 7 minuti circa e, nel frattempo, ho messo le arachidi nel robot da cucina iniziando a frullarle.
quando le verdure sono state cotte, ho versato tutto (verdure ed acqua di bollitura) nel robot da cucina insieme alle arachidi. ho atteso che il tutto assumesse una consistenza omogenea e cremosa. nel frattempo la pasta si è cotta: ho scolato e riposto in una casseruola su cui ho poi versato la crema di arachidi e verdure.
è sufficiente aggiungere il pepe e mescolare bene: servire rigorosamente caldo! le tagliatelle erano gustose… ma la prossima volta proverò i maccheroni!

gennaio 15th, 2015

Ragù di Seitan

mattinata libera e frigorifero vuoto. vabbè, uniamo l’utile al dilettevole, faccio un po’ di seitan. ne preparo un chilo e mi viene in mente che non ho mai provato ad usarlo per Ragù di Seitan il ragù, che è così buono quando lo mangio con la pasta al ristorante vegan/bio! vuoi proprio che non ce la possa fare? …proviamo!

ingredienti:

  • sedano, 3 coste
  • carote, 3
  • scalogno, 2 medio-grandi
  • olio extravergine di oliva
  • seitan, 500 g
  • sale
  • tamari
  • pepe
  • vino bianco, 1 bicchiere
  • passata di pomodoro, 300g/a piacere

procedimento:

ho messo scalogno, sedano e carote nel robot da cucina per ottenere un trito molto fine. ho fatto soffriggere con un po’ di olio extravergine di oliva in una pentola, aggiungendo sale, mano a mano un po’ di vino bianco e, contemporaneamente, sminuzzando nel robot anche il mezzo chilo di seitan tagliato a tocchi. in questo modo ha raggiunto l’aspetto e la consistenza di un macinato di carne. l’ho aggiunto al soffritto mescolando il tutto, versando quel che avanzava del vino e completando l’opera con la passata di pomodoro. ho fatto cuocere il tutto per circa 45 minuti a fiamma molto bassa, mescolando regolarmente; a metà cottura ho aggiunto la tamari ed il pepe. a seconda dei gusti l’aggiunta di spezie può dare quel quid in più… io in questo caso ho passato la mano, poiché avevo già messo del curry nel seitan che ho utilizzato per preparare il sugo.

terminata la preparazione, ho lasciato raffreddare e riposto in freezer, in alcuni contenitori monoporzione, da utilizzare al bisogno.

per una versione gluten-free ho preparato anche il ragù di soia!

novembre 19th, 2014

Sugo Zucca e Noci

sempre il solito problema, l’invito a cena facile e il vuoto pneumatico nel frigorifero. mi gratto la testa e mi guardo intorno: c’è un piatto pieno di noci. accanto c’è una zucca Sugo Zucca e Nocinuova nuova. una pasta saporita, autunnale ed originale? sugo zucca e noci!

ingredienti:

  • zucca, 200 g
  • noci, 8
  • scalogno, 1
  • aglio, 1/2 spicchio
  • dragoncella, qb
  • evo
  • pepe
  • rosmarino

procedimento:

prima di tutto ho lessato la zucca e l’ho passata nel robot da cucina insieme alle noci. ho fatto un soffritto in padella con olio extravergine di oliva, uno scalogno, mezzo spicchio di aglio, dragoncella e, non appena lo scalogno si è rosolato, ho aggiunto l’impasto di noci e zucca. ho mescolato e portato a cottura il tutto a fuoco lento, per una decina di minuti, dopodiché ho tirato la pasta nella padella con il sugo, impiattata e servita con una spolverata di dragoncella, rosmarino e pepe.

settembre 13th, 2014

Sugo SedaNoci

un sugo semplicissimo con un bel mix di estate ed autunno per avviarsi verso il cambio di stagione con la giusta motivazione delle papille gustative. Pasta al Sugo Sedanoci

ingredienti:

  • sedano bianco, 4 coste
  • noci sgusciate, 1 bicchiere
  • scalogno, 1
  • olio extravergine di oliva
  • sale

procedimento:

ho spezzettato le noci sgusciate ed affettato il sedano in tocchetti medio-piccoli. ho tritato lo scalogno e ne ho fatto un soffrittino insieme al sedano. ho mescolato per qualche minuto fino a che il sedano non ha raggiunto la consistenza desiderata (suggerisco di lasciare un po’ croccante… altrimenti il contrasto con le noci può non essere dei migliori!), aggiungendo un po’ di acqua, salato ed aggiunto le noci durante gli ultimi minuti di cottura.
l’ho usato sugli spaghetti integrali, ma credo che anche su viti e tagliatelle possa dire la sua!

giugno 23rd, 2014

Pesto ai Semi di Zucca

pasta al pesto? ebbene sì, ma …un pesto diverso dal solito! Pesto di Semi di Zucca

ingredienti:

  • semi di zucca, 1/2 tazza
  • olio extravergine di oliva
  • basilico fresco, 1/2 tazza
  • avocado, 1/4
  • sale e pepe qb

procedimento:

ho messo i semi di zucca ed il basilico nel mixer ed ho frullato aggiungendo gradatamente olio extravergine di oliva a piacere, un quarto di avocado tagliato a pezzetti, sale e pepe. una volta ottenuto un composto omogeneo, ho cotto la pasta e …pastalpesto per tutti! ovviamente, in caso, il pesto può essere riposto in un barattolo e conservato in frigorifero per qualche giorno, o in congelatore per tempi migliori.