febbraio 21st, 2019

Scaloppine di Tempeh ai Funghi

dovete sapere che anni fa ho incontrato un gatto bianco e rosso stupendo, estremamente affettuoso che mi adorava e mi faceva sempre un sacco di coccole; lo avevo battezzato scaloppa, per via della sua buffa abitudine a sdraiarsi come una scaloppina mentre lo accarezzavo. avrei tanto voluto portarlo a casa con gli altri miei gatti ma, quando finalmente mi sono decisa, purtroppo il micio è sparito per non tornare mai più. temo che il povero scaloppa abbia fatto una brutta fine, e ci sono stata male parecchio. ieri sera per qualche motivo mi è tornato in mente, dopo tanto tempo che non ci pensavo; una cosa tira l’altra e mi sono trovata quindi per una bizzarra associazione di idee a cucinare delle scaloppine. non fa una piega, no?

ingredienti (2 porzioni):Scaloppine di Tempeh ai Funghi

  • champignon puliti, 200 g
  • tempeh, 300 g
  • cipolla, 1/2
  • aglio, 1 spicchio
  • vino bianco, qb
  • latte di soia, non dolcificato, qb
  • farina integrale, o farina di riso integrale (versione gluten-free), qb
  • sale, qb
  • pepe, qb
  • olio extravergine di oliva, qb
  • tamari, qb

procedimento:

ho passato il tempeh in una emulsione di tamari ed olio extravergine di oliva, per poi impanarlo nella farina. ho utilizzato una farina integrale, ma per una versione senza glutine è perfetta quella di riso, integrale o meno a gusto personale.

ho preparato il trito di aglio e cipolla, impadellato con un po’ di olio extravergine di oliva e provveduto ad aggiungere i funghi a cipolla imbiondita. ho insaporito con un po’ di vino e lasciato cuocere i funghi a fuoco medio per qualche minuto, mescolando; ho poi aggiunto il tempeh impanato, che ho lasciato cuocere – girandolo – a fuoco medio per circa 10 minuti, punto in cui ho aggiunto il latte di soia per creare la “cremina” tipica della scaloppina. durante la cottura ho provveduto a dosare sale e pepe. una volta addensato bene il latte (eventualmente va aggiunto più di una volta fino a raggiungere un risultato soddisfacente) ho servito con contorno di patate al forno, che fanno sempre bella figura!

ci ho buttato dentro anche un bicchiere alla salute del gatto scaloppa, ovunque egli sia.

Leave a Reply